0

Avere stanca

Principe ranocchio. Andiamo al mare. Libellula gigante. Non so nuotare. Pizza. Pizzicotto. Marmo. Marmocchio. Ho male all’anca. Ho male al collo. Divento piccolo. Divento grande. SRL. Amici per la pelle. Una scopa. Una scarpa....

0

Il mondo è di tutti

Onde di mare. Cieli migranti. Se siamo pochi non siamo tanti. Nessuno fuori. Nessuno dentro. Cuore di cane. Cuore contento. Frutto maturo. Quanti anni hai? Tondo futuro. Dimmi, che fai? Basta frontiere. Basta confini....

0

Equivoco

Posare i piedi per tutta la vita sullo stesso pezzo di terra, nascere in un luogo e non in un altro, può far nascere nei membri di una stessa ghenga un pericoloso equivoco: credere...

0

Conta del migrante

Porto chiuso. Porto aperto. Attraverso il deserto. Aiuto! Aiuto! Cado in un imbuto. Mare calmo. Isola. Penisola. Mare mosso. Salto il fosso. La pelle bianca, la pelle nera. Sono morto. Non sono risorto. La...

0

Indovina chi

INDOVINA CHI Ringrazia da ministro e da papà e fa battute sui morti. Giura sul rosario e cita dati falsi. Si fa i selfie e vuole affondare le barche che trasportano migranti. Se la...

0

I poveri

  Il Mediterraneo alla deriva. Le onde sempre più alte, più nere. Gli occhi da animali feriti dei bambini pigiati nella stiva. I poveri fanno troppa paura. I poveri sono spazzatura. Dalle onde si...

0

Un muro sull’acqua

Arrivano in barca. Non c’è posto per tutti. Invadono i paesi, rubano il lavoro, portano malattie, infettano le scuole. Bambini criminali. Bambini delinquenti. Bande di ragazzini senza armi né denti. La barca si è...

0

Genitori cannibali

I bambini di oggi non sono più quelli di un tempo, si dice. Neppure i ragazzi, a dire la verità. E nemmeno i loro genitori. E anche io, se devo essere sincero, cambio. Dunque,...